Mtb Academy

Puntare al settore giovanile è uno degli obiettivi del Bike Tribe, confermato dall’impegno che la società ha preso nei confronti di giovanissimi bikers.
Tutto nasce nel 2010, quando un paio di ragazzini tra i 7 e i 9 anni ci chiesero di provare l’emozione delle gare in mtb, appoggiandosi al nostro team, che li accolse con entusiamo e l’anno successivo, visto l’arrivo di altri ragazzini, diede vita all’Academy, scuola di mountain bike per bambini dai 6 ai 12 anni.
Il gruppo è cresciuto ulteriormente di numero, e sono molti i ragazzini che hanno deciso di intraprendere il percorso di mountain bikers con la nostra maglia.
Il Progetto Academy oltre alla preparazione fisica che, pur importante acquista un ruolo secondario, prevede un percorso di preparazione tecnica, perché i ragazzi possano affrontare, al momento in cui saranno Esordienti nelle competizioni di MTB, tutte le difficoltà che i moderni tracciati di cross country presentano.
Oltre ai normali allenamenti con scatti e ritmi gara, una volta alla settimana viene seguito un allenamento specifico per migliorare le tecniche di guida: i ragazzi sono accompagnati in percorsi difficoltosi per la loro età, ma che permettono di migliorare la padronanza della bicicletta.
E in questo imparano anche cosa vuol dire mountain bike: fatica, passione, cadute, ma tutte le volte si rialzano e aspettano i consigli dell’allenatore (il nostro campione Under 23 Simone Piccoli) per capire dove hanno sbagliato.

E’ una grandissima opportunità che viene data ai ragazzi, perché possono crescere supportati da qualcuno che ha già esperienza, e che viene ripagato dai miglioramenti che i ragazzi dimostrano durante l’anno; si parte all’inizio della stagione quando i ragazzini sanno a malapena fare le curve, per arrivare a fine anno con piccoli atleti che sanno gestire in autonomia un percorso di media difficoltà per categorie superiori alla loro.
Nello stagione appena conclusa, ma sarà così anche per la prossima, i ragazzi hanno preso parte alle maggiori gare giovanili che il calendario veneto (fortunatamente molto fitto per il settore giovanile) ha presentato, e sono stati raggiunti anche ottimi risultati.
Per risultati non intendiamo l’ordine d’arrivo, che pure è stato soddisfacente, ma come i nostri piccoli bikers hanno imparato a gestire la gara: hanno iniziato a fidarsi del loro allenatore ed hanno iniziato a seguire le sue indicazioni, e questa è già una grande meta raggiunta.

Alla fine della giornata si parla della gara, di quali sono stati gli errori e, soprattutto, si chiede ai ragazzi se si sono divertiti, perché a questa età lo sport deve essere solo un divertimento!
Ma la più grande soddisfazione è vedere come i nostri mini-bikers apprendono gli insegnamenti che sono alla base della mtb: si complimentano con gli avversari, parlano e scherzano con loro prima e dopo la gara, hanno una capacità di aggregazione con i nuovi compagni davvero invidiabile.
Durante le uscite nei sentieri, rispettano l’ambiente: quando mangiano una merendina, ripongono la confezione in tasca e la portano a casa per gettarla nei rifiuti. Piccole cose, ma grandi lezioni di vita!
In attesa di iniziare la preparazione, Bike Tribe Academy ha in programma di portare anche i nuovi arrivati allo stesso livello tecnico dei ragazzi già presenti nel 2012.
Tutto questo purtroppo è reso difficile dalle condizioni atmosferiche e dalle inondazioni del Piave che rendono impossibili gli allenamenti nei luoghi abituali.
Fortunatamente il problema è stato risolto grazie all’aiuto dell’azienda di Salgareda Novaglass, da sempre vicina al mondo dello sport, che ha permesso alla squadra di preparare un percorso nel loro parco aziendale, a detta di tutti, degno di un percorso di gara.
Il tracciato presenta difficoltà naturali come fossati, salite e tratti stretti tra gli alberi, sia naturali che artificiali, costruiti dalla squadra per allenare i ragazzi a prendere confidenza con il loro mezzo: bancali, salti, tronchi posti sul percorso, creano un autentico percorso di gara.

Già nella prima giornata, i ragazzini hanno stupito tutti superando al meglio ogni ostacolo.
L’Academy è oggi il fiore all’occhiello del Bike Tribe: c’è ancora molto da fare, ma la nostra speranza è che qualche giovane cresciuto nel nostro vivaio diventi un grande campione della mtb internazionale.
Ci auguriamo che questo sogno sia realizzabile, ma comunque vada, qualunque sia il futuro di questi ragazzini, loro sono già oggi dei piccoli campioni: per come sanno ascoltare, imparare e mettere in pratica gli insegnamenti, sapendo ripartire da ogni errore commesso.

Per Simone Piccoli, allenatore dell’Academy, è difficile descrivere l’esperienza che sta vivendo con i nostri ragazzini: per lui è un’emozione unica e sapere di essere un punto di riferimento, oltre che un esempio da seguire, è sicuramente una grande soddisfazione.
Vedere i miglioramenti, la capacità che hanno di ascoltare e mettere in atto gli insegnamenti, la loro attenzione anche ai più piccoli dettagli e soprattutto la loro riconoscenza, è sicuramente il miglior premio per Simone.
La stagione 2015 sta per iniziare, i ragazzini hanno tanta voglia di imparare e divertirsi e il loro allenatore è pronto ad emozionarsi ancora!

…e noi aggiungiamo che è pronto ad emozionare tutti noi anche come atleta: bravo Simone!